Alcune buone ragioni per proporre ai propri clienti un restyling del loro sito

Il concetto di fondo è sempre lo stesso: il tempo è denaro, gli aggiornamenti software e hardware se non necessari si possono evitare, quindi figuriamoci il restyling del sito internet. Inutile. Sarà per questo che ogni giorno che navigo trovo milioni di siti web fatti ancora con le tabelle, non conformi al W3C, non validabili perché sintatticamente sgrammaticati.

Insomma degli obbrobri in tutto e per tutto. E puntualmente mi domando, ma perché perdo un mondo di tempo a fare i siti dei miei clienti compatibili e conformi agli standard?

Poi apro lo stesso sito su IE, Firefox, Opera (che sono allo stato attuale i browser più utilizzati) e allora mi rispondo da solo. Il sito visitato è a malapena conforme con IE. Negli altri browser le scritte un po’ a destra un po’ a sinistra, sfondi che si sovrappongono. Insomma lo sfacelo. E allora la mia domanda trova puntualmente risposta. Perché voglio dare un prodotto compatibile, duraturo nel tempo, ma soprattutto fruibile dalla maggior parte dei dispositivi.

Fino a non molto tempo fa il fax era il miglior sistema per trasmettere i documenti. Oggi l’e-mail l’ha praticamente soppiantato. Stesso discorso succede per i vecchi siti basati su tabelle e i nuovi siti basati interamente sui fogli di stile.

I fogli di stile, separando la parte grafica (stile) dalla parte del contenuto, consentono un migliore sviluppo della pagina, minor codice, pagine più leggere, ereditarietà visuale e chi più ne ha più ne metta. Insomma, non utilizzare i CSS oggi, è un po’ come voler scrivere un nuovo software utilizzando ancora il vecchio Visual Basic 6.

Ma ecco quelli che secondo me sono i motivi principali per i quali non se ne potrebbe fare a meno.

  1. Aspetto esteriore e aspettative del cliente: è statisticamente dimostrato che in un regime di concorrenza, a parità di prodotto (tipologia, caratteristiche, ecc), il cliente finale si rivolge quasi sempre alla società che ha saputo presentarsi meglio. Essendo per sua natura Internet un mezzo di comunicazione e interazione passivo, l’aspetto del sito web è quel parametro secondo il quale il cliente valuta la serietà della ditta e della proposta che sta analizzando.
  2. Accessibilità: il rapido sviluppo delle tecnologie, ed in particolare del wire-less che sta portando Internet sopra a dispositivi che fino a pochi anni fa non erano che strumenti tecnologici destinati ad una stretta cerchia di persone, richiede conseguentemente – dove necessario – che il sito Internet sia accessibile anche a dispositivi diversi dal computer di casa o dal portatile. Nella vecchia concezione dei siti internet, questo non è possibile se non facendo due versioni del sito stesso. Con i fogli di stile, basta semplicemente indirizzare correttamente il foglio di stile in base al dispositivo che sta navigando sul sito. Questo consente di avere una unica pagina con le informazioni e più livelli per la presentazione grafica. Minor sforzo quindi per la manutenzione.
  3. Usabilità: consci dei livelli di astrazione di cui poc’anzi ho accennato, i fogli di stile, in questo frangente riescono a fornire migliori performance perché richiedono minor codice HTML, quindi si caricano più velocemente nei browser. Parimenti,tramite l’uso di tag appositi, consentono di predisporre il sito Internet per la fruizione anche a soggetti diversamente abili.
  4. Posizionamento nei motori di ricerca: inutile dirlo, ma un codice più pulito e organizzato meglio, è maggiormente indicizzabile dai motori di ricerca, che – dato il loro costante processo di sviluppo – oggi iniziano a tenere sempre più in considerazione siti web puramente scritti in CSS. Le conseguenze sono facilmente immaginabili.

Non credo sia necessario aggiungere altro se non buon CSS a tutti.

Technorati Tags: ,

Comments are closed.