Killare una applicazione su Mac

Non tutto è perfetto … mi sono già beccato nonostante 2GB di ram un errore di memoria esaurita lanciando GarageBand, aperto più che altro per pure curiosità.
Forse dipende dal fatto che non ho seguito il consiglio di aggiornare il prodotto. Al di là di questo, per killare una applicazione sul Mac è sufficiente utilizzare il Force Quit che equivale al Task Manager di Windows.

Semplicemente però è più intelligente, perchè al primo colpo sdraia l’applicazione senza pensarci su due volte.

Fonte: Killing Programs / Processes Under Mac OS X

Technorati Tags: Killare un’applicazione sul Mac

2 thoughts on “Killare una applicazione su Mac”

  1. L’allusione fatta al TaskManager era per equiparare lo stesso come strumento on board pronto all’uso.

    Il processExplorer – di cui ho sentito parlare se questo ti consola – è comunque un tool esterno della SysInternals (ora Microsoft) che devi scaricare, scompattare ed usare.

    Per me che uso il pc da diverso tempo, non credo vi siano problemi. Ma prendi l’esempio base di uno che ci si mette davanti per la prima volta.
    O peggio, qunado devi spiegare a qualcuno per telefono cosa deve fare per buttar giù un processo.

Comments are closed.