Hot Frog, la directory italiana per eccellenza

In corso di indicizzazione nei motori, fare la segnalazione nelle directory è praticamente uno step inevitabile per iniziare a regalare al sito web web indicizzato un minimo di link in ingresso e quindi di visibilità, specie poi se le directory su cui si segnala risultano essere gratuite (a differenza dei motori tematici – che sono al 99% quasi sempre a pagamento).

A differenza dei motori di ricerca, le directory non utilizzano dei software per classificare la rete, la registrazione avviene completamente in modo manuale.

L'utente riempe una prima scheda con dei dati base (variabili da sito a sito) e successivamente, ma non sempre, quest'ultimi vengono vagliati da appositi editori che dopo aver vagliato ogni richiesta, se giudicano il sito segnalato valido per l'inserimento, lo confermeranno definitivamente (o secondo le modalità di iscrizione).

Tra queste directory, a mio avviso spicca per qualità e per completezza HotFrog, che recentemente si è rinnovata graficamente (e credo anche a livello di codice. Non ci ho fatto caso prima, ma oggi sicuramente la piattaforma gira in ASP.Net).

HotFrog consente di inserire l'azienda gratuitamente, associare le keywords che più si preferiscono per essere ricercati, una sezione dove inserire i propri comunicati stampa, la geolocalizzazione attraverso le Google Maps API, e molto altro ancora.

Perchè la ritengo la directory italiana per eccellenza? Semplicemente perchè è la più funzionale di tutte quelle dove solitamente faccio le segnalazioni ed è l'unica che al momento si è adeguata al concetto di Web 2.0, dove quindi la parte sociale di chi segnala ha un ruolo di spessore all'interno di tutto il processo di segnalazione.

Che dire, grazie agli autori che mettono a disposizione della comunità una risorsa così valida e ci investono tempo e denaro per mantenerla.