Un ping da tutto il mondo

Spesso quando si fanno registrazione di nuovi domini per attivare spazio web, oppure si deve solo testare l’attività di un sito ci si affida – per verifiche più approfondite al ping o al tracert. Non tutti sapranno di cosa sto parlando, e dato che il web 2.0 e la user friendliness è di moda, spesso si ripiega su strumenti visuali con dei siti ad hoc che fanno questo lavoro per noi.

Uno di questi servizi è quello di host-tracker.com, che in tempo reale – appoggiandosi a dei server di alcuni partner dislocati in tutto il mondo, lancia dei ping verso il sito segnalato e vi ritorna un feedback sullo stato di accessibilità.image

I dati riportati sono quelli essenziali: tempo di risposta, dimensioni del file scaricato e la velocità in KB da e per il server che hosta il vostro sito. L’unica pecca è che il servizio utilizza AJAX e quindi il javascript per interagire con la pagina, e in un mondo di protezionismo con il quale ultimamente ci stiamo scontrando e con il proliferare di script che salvaguardiano il nostro browser e la navigazione, potrebbe non essere il massimo.

In questo caso si può ricorrere a Spotcheck, che invece riesce a fare lo stesso tipo di scansione in un processo di one-way check, quindi restituendo i dati tutti e subito. In questo caso credo che i server siano tutti della Alertra, la ditta che mette a disposizione il servizio. In questo caso il link fornito, a differenza del precedente che fa da sponsirizzazione verso il provider che ha interrogato il sito, offre alcune informazioni aggiuntive.

Technorati Tags: ,