Incredibilmente, questa installazione di Vista che ho messo su neanche 3 mesi fa è ridotta al collasso più totale. Dovrei riformattarlo, ma già da tempo e sto utilizzando praticamente il Mac per tutto, anche in ambiente virtuale per far girare Windows XP che seppur vecchio risponde decisamente meglio alle esigenze del programmatore medio.

Utilizzavo questa copia (msdn originale) di Vista solo perchè avevo Outlook, le mie mail, contatti e agenda. Oggi, però, preso dallo sconforto di dover reinstallare tutto, ho investito del tempo per cercare di spostare tutto il mio contenuto su Mac, utilizzando un programma universale: Thunderbird.
Il vantaggio, casomai un domani dovessi tornare a Windows per un uso più intenso, semplicemente sposto la cartella nel nuovo OS e ho finito il processo di migrazione. Parimenti, se dovesse mai servirmi portare la posta dietro per un lungo periodo, installo la versione portable del client e, sempre con un copia e incolla, mi porto dietro tutto.

Ma facciamo un passo indietro. Prima di inziare qualsiasi cosa è sempre bene documentarsi, e da quello che leggevo sembrava che il solo spostare le e-mail da Outlook a Thunderbird fosse un'odissea. Sembrava addirittura necessario l'acquisto di software di terze parti che proprio non mi aggradava. Poi però, dopo la prima installazione di Thunderbird su Mac, e successivamente su Vista, ho tirato un sospiro di sollievo.

Il client di posta di casa Mozilla è decisamente maturo e mi ha consentito di importare tutte le mie e-mail (circa 700MB) in poco più di 5 minuti, mentre scarso un minuto per l'importazione dell'agenda.
Il tutto fatto senza plug-in, programmi di terze parti o strane alchimie, ma solo utilizzando l'importer interno di Thunderbird.

La struttura delle e-mail di Thunderbird è quella che un tempo usava Outlook Express, quindi una struttura a file, non più quindi un mega file pst di Outlook.

Ovviamente mi occorreva anche una un calendario ed in questo caso sono ricorso all'estensione Lightning. Anche qua, leggendo su qualche forum, sembrava che gli appuntamenti non venissero esportati/importati in maniera corretta. Per quello che ho avuto modo di vedere, facendo generare ad Outlook un file ics completo, e dandolo in pasto a Thunderbird, ho riavuto indietro tutto il mio calendario completo e senza problemi.

A questo punto, il passaggio tra Windows e Mac è stata una banlità. Quel copia e incolla di cui sopra, dalla cartella (Vista) C:\Users\?????\AppData\Roaming\Thunderbird\Profiles\?????.default a quella del Mac NomeUtente\Libreria\Thunderbird\Profiles\?????.default e il gioco è fatto.

Ho perso solo un pò di tempo per capire quale fossero i file della rubrica e del calendario, che non ho trovato scritto in maniera chiara da nessuna parte. Si tratta del file abook.mab per la rubrica e del file storage.sdb per l'agenda, rispettivamente contenuti nella root della cartella del profilo. Quindi copiando questi due file, oltre alla cartella completa Mail, si può fare oltre che un banale backup, anche lo spostamento tra un sistema e l'altro.

Thunderbird rispetto ad Outlook è un sistema giovane, ma sicuramente ottimo, anche se al momento non sono riuscito a sopperire a due esigenze: un sistema di autoarchiaviazione e un tool per importare le regole dei messaggi di Outlook. Nel primo caso ho provato il plug-in buttons!, ma non mi ha funzionato, nel secondo non ho trovato nulla. Magari approfondirò in qualche prossima occasione.

Be Sociable, Share!