Quando masterizzare non e’ solo un problema hardware

Erano anni che masterizzavo dischi (copie di backup e di filmini vari che ho fatto) senza un problema. Ma era anche diverso tempo che non mi non mi ero più cimentato nell’operazione, in particolar modo da quando ormai ho spostato tutto e per tutto sul mio Mac.
Ieri mia madre mi fà: Ho visto quella raccolta di CD di Baglioni che hai, me ne faresti una copia? Ok, dato che di copia personale si tratta, acconsento. Accendo il Mac, metto dentro l’originale e …

Primo problema: il Mac non dispone di una software per masterizzare file, ma solo immagini (ISO, DMG …). Poco male, uso PathFinder che di suo ha una funzione integrata per la masterizzazione, però non sò, mi sento a disagio, voglio un vero software per la masterizzazione.Claudio baglioni album

Qualche ricerca, tutti software datati, dall’interfaccia veramente spartana; solo qualche software commerciale di grandi ditte, che a quanto pare si sono dimenticate che sul Mac i costi non sono quelli Windows, quindi passo oltre su soluzioni quali DragonFly (mi pare si chiamasse così), Roxio e compagni bella. Approdo finalmente su Disco, un piccolo tool da 20$ scarsi (in promozione), lo scarico, carino graficamente e su una soluzione OpenSource chiamata Burn.

Li provo entrambi, ma non riesco a masterizzare. Dice che il disco non è sufficientemente capiente o che il laser non è allineato. Incredibilmente falsa la prima affermazione, visto che la destinazione era un disco da 800MB contro un 700 di partenza, quindi non mi resta che pensare che il Pioneer a corredo con il mio Mac Pro è difettoso.
mac internazionale Triste scoperta, specie farla quasi un anno dopo il mio acquisto; però mi puzza di bruciato, perchè cmq qualche altro cd, di dimensioni inferiori, l’ho già fatto. Quindi penso a questo punto che siano i dischi utilizzati. Magari sono troppo grandi per il lettore? No, non può essere, è un masterizzatore DVD, quindi può leggere tranquillamente CD di queste dimensioni.

Non mi resta che iniziare a cercare, e dopo una buona mezz’ora di lettura approdo su di una risposta su questo forum tanto bizzarra quanto incredibile se pensate che funziona.In buona sostanza la soluzione proposta da quel tal Landrick dice di spostare la lingua nelle impostazioni internazionali del Mac e di riportarle subito dopo come erano. Se sulle prime non ci credevo, adesso devo necessariamente ricredermi, visto che tutti i disallineamenti del laser sono svaniti.

Technorati tags: ,