Sincronizzare file e cartelle

Gli utenti standard solitamente dispongono di un solo computer, quindi il problema non se lo pongono. Ma già chi ha un laptop e un desktop, può sentire la necessità. Se poi si è sviluppatori, o si lavora in ditte con server – magari anche remoti – dove la copia locale sulla quale lavorare prenderà il posto della copia remota (al di là di eventuali altre soluzioni specifiche) la necessità di sincronizzare i propri dati diventa imprescindibile.
Che sia necessario ottenere periodiche copie di file da un percorso all’altro, piuttosto che mantenere due cartelle in sincronia, la soluzione manuale, utilizzata nella stragrande maggioranza dei casi, non è certo la soluzione migliore.

Non si può certo pensare ogni volta di mettersi a fare le pulci a cartelle e file, facendo affidamento sulla buona memoria dell’operatore. Basta un attimo di distrazione magari e quel file importante non lo travasiamo, e quando poi ci occorre …

Ci vogliono delle soluzioni che facciano questo per noi. Una semplice verifica software del checksum del file, e un marcatore che dice tu si … tu no.

Fino ad oggi, l’unico software non troppo pretenzioso che ho trovato, soluzione peraltro a pagamento, è stato quello della GrigSoft: CompareIt, giunto alla versione 4.0.

Per tutti quanti però non vogliano investire scarsi 30 euro, 40 se si prende in bundle con un altro loro ottimo prodotto CompareIt (il cui nome dice tutto), Microsoft da pochi giorni ha rilasciato il suo tool di comparazione e sincronizzazione cartelle/file chiamato SyncToy.

Ho avuto modo di provare il software e devo dire che non è male. Ha ottime capacità di filtraggio, tre opzioni per il mantenimento della sincronizzazione, supporto a 64 bit … insomma non è male per essere un tool gratuito.
Così a naso, quello che gli manca è un visualizzatore interno, testuale, che al doppio click sui file ne mostra il contenuto del file, operazione questa demandata al programma associato di default all’estensione.
Magari, qualche uomo Microsoft, leggendo il mio commento, inizierà lo sviluppo della versione 2.1.