Amiche d’infanzia a cena

Due amiche d’infanzia, dopo alcuni anni di matrimonio, riescono finalmente a convincere i rispettivi mariti a lasciarle uscire a cena da sole, per ricordare i vecchi tempi.

Dopo una serata divertentissima nel loro ristorante preferito, ma soprattutto dopo due bottiglie di vino bianco, qualche coppa di champagne, un limoncello e qualche amaro escono dal ristorante completamente brille.

Nel viaggio di ritorno entrambe, certamente per aver troppo bevuto, vengono colte da un impellente stimolo…

Non sapendo, per l’ora tarda, dove andare a fare pip, una ha un’idea: entriamo in quel cimitero, certamente non c’ nessuno!
L’altra annuisce ed entrambe entrano.

La prima si leva lo slip espleta il bisogno, si asciuga con lo slip, e lo butta…
La seconda vede la scena, e riflettendo sul fatto che indossa un capo firmato regalatole peraltro dal marito, si leva lo slip e se lo mette in tasca, espleta il bisogno e strappa un nastro da una corona per asciugarsi.

L’indomani il marito della prima chiama l’altro:
– Carlo non puoi capire cosa successo. Il mio matrimonio finito!
– Perch?
– E’ tornata completamente ubriaca alle 2 di mattina e senza mutande! L’ho cacciata di casa!
– Mario, ma non nulla. Tu non sai che cazzo ha combinato la mia!!! Non solo era ubriaca e senza mutande… ma aveva anche una coccarda rossa infilata nel culo con scritto: non ti scorderemo mai. Giulio, Ignazio, Pino, e tutti gli amici della Palestra.