Se le operazioni pianificate non funzionano

Inutile negare che esistono alcune feature di Windows che sono utili, ma al tempo stesso leggermente contorte per la loro logica. Una di queste sono le operazioni pianificate che sono utili, ma peccano di un problema relativo alla sicurezza. Essendo delle operazioni che possono essere eseguite anche quando il sistema non è in uso con utente loggato, le operazioni pianificate si rilevano utili per attività quali backup, defrag, sincronizzazione e simili.

L’impostazione di una operazione pianificata, richiede – per ragioni di sicurezza – l’impostazione della password di un utente con sufficienti diritti di esecuzione. E qui sta la nota dolente. Per carità, non fraintendetemi. Intendo che, una volta impostata la password, se per qualsivoglia ragione avete la necessità di modificare la password dell’utente utilizzato per far girare il processo, o vi ricordate di cambiare la password anche a tutte le operazioni pianificate, oppure le vostre operazioni smetteranno di essere eseguite all’ora e alla data impostate.

Decisamente non è una cosa carina, ma il suo funzionamento è questo, quindi se le operazioni pianificate smettono di funzionare, non cercate virus o servizi che non sono correttamente avviati, piuttosto reimpostate la password dell’utente prescelto.

Al di là di questo piccolo dettaglio tecnico, ecco una mia personale considerazione; buona logica vorrebbe che l’utente da utilizzare per questo genere di operazioni sia uno creato appositamente per lo scopo, ma qui si potrebbe discutere in abbondanza se sia meglio creare un utente in più, magari inserendo un altro elemento di rischio nella catena, oppure usare lo stesso utente, magari l’amministratore della macchina, per tutte le cose.
Come per tutte i buoni piatti, non esiste una ricetta univoca, ma per molti aspetti a volte la fretta / semplicità imporrebbero quest’ultimo scenario. E allora mi domando, ci voleva tanto afare in modo che data l’autorizzazione di esecuzione, quest’ultima rimanga attiva almeno fintanto che non si cambia qualche parametro essenziale dell’operazione pianificata?

One thought on “Se le operazioni pianificate non funzionano”

  1. Ciao Andrea,
    ti scrivo perchè mi capita una cosa curiosa: su una macchina sono impostate 3 operazioni pianificate che richiamano lo stesso file .cmd in 3 orari diversi della giornata per operare un trasferimento file via ftp. Dal momento in cui le imposto in automatico va tutto bene per qualche mese, dopodichè succede qualcosa per cui da un certo punto in poi continua a dare esito “impossibile avviare” fino a quando non entro nelle proprietà dell’operazione e non vado ad associare di nuovo il file da richiamare (che invece visualizzava già impostato correttamente). Per riuscire a chiarire il problema, l’ultima volta ho provato a ripristinarne solo 2, aspettando qualche tempo per ripristinare la 3^, col risultato che ora le prime 2 si sono già interrotte con l’errore di cui sopra, mentre la 3^ per ora gira ancora, come se avessero una sorta di “scadenza” programmata a partire da quando le si imposta: a cosa è dovuto il problema e, soprattutto, come posso ovviare? Molte grazie intanto.

Comments are closed.