Tintarella di sole per Google Webmaster Tools

Qualche giorno fa il blog ufficiale di GWT ha annunciato un colpo di make-up per lo strumento dedicato ai webmaster, aggiungendo sostanzialmente dei ritocchi grafici, ma anche dei piccoli, ma significativi miglioramenti all’interfaccia, con la quale ora si possono “leggere” informazioni più dettagliate.

Prima novità. Siti non verificati immediatamente più appariscenti grazie al differente colore utilizzato. Sembrerà poco, ma per chi ha un gran numero di siti, la differenza si vede.

gwt-notverifiedsite.jpg

Una volta dentro ad uno specifico sito web si può contare su un rinnovato selettore (in alto a sinistra) che mostra sia i siti più recenti, che tutti gli altri, ma che permette un filtraggio in tempo reale in base al testo digitato.

gwt-websitelist.jpg

Finalmente è stata introdotta la possibilità di vedere quali pagine sono state rimosse in maniera più appariscente, e soprattutto se qualcuno (non noi, ma utente della rete) ha inoltrato a Google una richiesta di rimozione URL.

gmt-crawlaccess.jpg

Infine, dovrebbe essere stata migliorata la gestione dei sitelinks. Parlo al condizionale perchè entrando nel mio pannello, per alcuni siti dove i sitelinks sono attivi, non riesco ad identificare la funzionalità così come descritta dall’articolo sul Webmaster Central Blog, dal quale ovviamente ho tratto spunto.

Technorati tags: ,