Nuovi stili per le SERP di Google

In questi ultimi mesi Google sembra essersi sbizzarita in tema di miglioramenti visuali nelle SERPs: Link sottolineati, bread crumbs, snippets

Il team di Google è sempre al lavoro, ma il punto è, come possono queste modifiche visuali cambiare qualcosa? E come il team di sviluppo può realmente tracciare e rilevare uno stato di gradimento se continuano a cambiare così spesso le modifiche proposte?

Ci sono diverse opnioni al riguardo e ne stavo discutendo giusto la settimana scorsa con Everfluxx nel suo blog. Everfluxx sositene che questi cambiamenti visuali impatteranno sul CTR pechè qualche pixel di spazio o una sottolineatura mancata possono fare la differenza mentre si clicca. Io, di contro, credo che gli utenti Google siano così avvezzi da cliccare ormai praticamente ovunque all’interno delle SERP, lasciando di fatto il ruolo principale ancora una volta ai webmasters e quello che creano nel contenuto della loro pagina.

Nonostante questo, l’ultima interessante modifca (o esperimento che dir si voglia) che Google sta sperimentando è proprio quello degli snippets. Nel loro blog, il team di Google spiega una buona strategia di intra linking che può giocare come fattore chiave durante il crawling al fine di fornire indicazioni valide su quali siano gli argomenti più interessanti per la pagina stessa. Il post è abbastanza dettagliato e vale la pena darci una letta.

Technorati Tags: google, risultati ricerca, migliorie ai motori

2 thoughts on “Nuovi stili per le SERP di Google”

  1. Ciao Alessandro e benvenuto nel mio blog.
    Interessante supposizione la tua e credo non differisca molto dalla realtà, solo che ogni tanto, li in California, dovrebbero fare pace con il cervello e decidere quale sistema implementare, altrimenti rischiano di fare più confusione che altro.

Comments are closed.