Remote Desktop per iPhone?

A prima vista il titolo potrebbe sembrare un peletto utopico, soprattutto il fatto che Microsoft sia riuscita a mettere le mani su di una tastiera per fare qualcosa per il melafonino, quando ha fior fiori di programmatori impegnati sul fronte di Windows Mobile. Ed in effetti Microsoft questa volta non c’entra per nulla, ma i suoi sistemi operativi si e anche il remote desktop che finalmente è utilizzabile a pieno con questa nuova app della Wyse denominata PocketCloud.pocketCloud

Se il nome dovesse essere rivelatore, sicuramente sarei stato tratto in inganno sin dall’origine; per fortuna esistono le recensioni dalle quali si può apprendere più rapidamente delle novità di mercato.

Se devo essere onesto, questa è in assoluto la più costosa applicazione per iPhone che ho comprato, ma dopo un primo crash molto burrascoso – nel quale ho iniziato a pensare subito male – l’applicazione si è collegata immediatamente ai server remoti dove ho alcuni siti web e la posta elettronica in maniera egregia.Computer List

La fluidità è sbaloditiva, e se consideriamo le microscopiche dimensioni dello schermo dell’iPhone questa app si merita un 5 stelle per la manegevolezza con la quale ci si muove da una parte all’altra del desktop remoto. Ho avuto modo di sperimentare l’applicazione solo con server Windows 2003, ma credo che qualsiasi altro sistema operativo Microsoft che supporti il Remote Desktop possa tranquillamente essere raggiunto e utilizzato (a patto ovviamente che sia raggiiungibile da remoto o sia nell’ambito della rete in cui si sta operando).

PocketCloud sembra sia stato ottimizzato per funzionare sia su reti cellulari 3G, i cui si sà le performance non sono proprio il massimo. ll software opera creando un tunnelling con il computer remoto mediante connessione protetta FIPS (standard sicurezza americana per gli enti governativi) quando opera in modalità RDP e una connessione TSL/SSL con crittografia a 128bit quando opera con connessione VmWare, permettendo anche ai più timorosi di poter dormire sonni tranquilli.remote desktop

A detta della casa madre sembrerebbe che sia consigliata l’installazione del Windows Companion, un’applicazione che permettere di utilizzare delle caratteristiche avanzate di questo tool. Onestamente sono dell’opinione che meno si installa su Windows è meglio è … di conseguenza visto che a me si è collegato senza problemi e per quello che devo fare io non mi serve nulla di più, lascio a voi fare gli esperimenti, e anzi, se volete commentare, siate liberi di farlo.

L’applicazione costa circa 15 euro, ed è in promozione grazie all’elevato numero di richieste ricevute. Non sò per quanto durerà ancora la promozione, quindi se lontanamente siete interessati, compratelo oggi.

Technorati Tags: iPhone, remote desktop