Posizionamenti AdWords: da oggi al di sopra dello scrolling

Google, che da sempre basa la sua offerta di servizi gratuiti sul web grazie alle revenue derivanti dall’intermediazione dei banner e collegamenti sponsorizzati, se ne é uscito con un’altra delle sue: collegamenti sponsorizzati above the fold.

Intendiamoci, non cambia nulla per il mondo del PPC e per chi mette a disposizione il proprio sito per arrotondare qualosina.

Il cambiamento é tutto dal lato degli inserzionisti, che avranno da oggi a disposizione una nuova potente “arma” con la quale catturare le loro prede.adword-above-thefold.jpg

Cosa fará realmente la differenza?

Forse per parlare di differenza bisogna prima parlare di questo above e below the fold, che una traduzione secca non ce l’hanno.

Si tratta in sostanza, giusto per farvi capire, della parte al di sopra (above) o al di sotto (below) che può comparire nel momento in cui si fa scrollare la barra dello scorrimento laterale.

Viene da se che tutto ciò che é immediatamente visibile acquista una importanza maggiore, rispetto al resto. È sempre stato così per tutto, non solo per banner e collegamenti sponsorizzati.

Come cambia l’offerta Google AdWords?

Oggi non ho avuto sinceramente tempo di entrare in nessuno degli account a cui ho accesso, alcuni con cifre veramente gigantesche, e gli account che ho controllato ora con cifre a pochi zeri non ne mostrano traccia, quindi come si dice … facciamo a fidarci.

Economicamente non so se esiste una differenza sostanziale oppure marginale, ma opterei più per la prima, perché il vantaggio intrinseco per un brand che vuole farsi conoscere perché é stato appena lanciato, è piuttosto evidente e come per tutte le cose, quando esiste un vantaggio per qualcuno, di riflesso questo deve esistere anche per Google.

Potenzialmente questa potrebbe essere l’occasione per approcciare il mercato con una formula paghi 1 prendi 2, o un 50% di sconto per quei posizionamnti che rasentano il ridicolo in termini di conversione ma che possono essere l’ideale per clienti dal budget ristretto. Mi riprometto di commentare di nuovo, ove ce ne sia bisogno, su questa feature, ma inutile negare – ancora una volta – la superiorità del motore californiano.

Technorati Tags: ppc, adwords, google