I promoted tweets, questo nuovo strumento di marketing

Background

Marchi e consumatori hanno riconosciuto già da tempo in Twitter un potente strumento di notizie in tempo reale e una piattaforma di informazioni.

Era quindi inevitabile che Twitter, il popolare servizio di micro-blogging a livello mondiale, dopo quattro anni dal suo lancio cercasse un sistema per monetizzare. Ed infatti scarso un mese fa (circa il 17 aprile) Twitter ha definito e messo on-line il suo sistema di annunci sponsorizzati chiamato “Promoted Tweets” che volgarmente potremmo paragonare questo sistema come un AdWords per Google.

promoted tweets

Come funzionano i Promoted Tweets?

Un esempio credo possa chiarire meglio che mille parole. Immaginate Starbucks (che volete ora sto in UK piglio un esempio anglosassone) può acquistare la parola chiave “caffè” e promuovere un tweet con quella parola chiave specifica.

Quando gli utenti cercano qualcosa che parla di caffè, il tweet di Starbucks verrà elencato nella parte superiore dei risultati di ricerca.

Al tempo stesso questo significa che una ditta come Costa Caffè non potrà comprare parole chiave come “Caramel Macchiato” o “Caramel Mocha” che sono prodotti tipici di Starbucks ma solo parole chiave generiche come “Mocha” o “Latte” o “Caffè Latte”.

Potrà essere visualizzato un solo Tweet promozionale per volta, che avrà proprio come per i PPC ad un colore di sfondo diverso, ma a differenza dei collegamenti sponsorizzati questi saranno dei veri e propri “tweet” etichettati come pubblicità.

Il vantaggio per l’azienda promotrice è una minore distrazione dell’utente finale (provate a pensare a Google e tutti i PPC che invece infila nella pagina).

Implicazioni per i marketers

Capire cosa c’è dietro un meccanismo pubblicitario è forse la parte più interessante per i marketers.

Quanto ai Promoted Tweets, il loro meccanismo di ripubblicazione è basato su un concetto che definirei grafo degli interessi personali; la visualizzazione dei Promoted Tweets è ovvero basata su di un algoritmo che misura la “risonanza”, ovvero un insieme di carattestiche, dei tweets con i quail l’utente normalmente interagisce. Tra questi fattori troviamo:

• Risposte
• Retweets
• Favoriti
• Impressions
• Impressions dopo un retweet
• Uso o riutilizzo di un hash tag
• Clicks su un hash tag
• Clicks sui links
• Clicks sulle pagine del profilo

Twitter è in grado di analizzare queste informazioni, ne più ne meno come Facebook fa per il suo canale di advertising, e creare un profilo “sociodemografico” dell’utente e di conseguenza proporre il tweet più rilevante rispetto ai risultati della sua analisi.

Opportunità per gli inserzionisti

I Promoted Tweets rappresentano indubbiamente l’evoluzione del social web e una alternativa semplice ma al tempo stesso efficace per rafforzare la brand awareness.

Il 78% dei post scambiati su Twitter avviene al di fuori di Twitter stesso. Offrendo i Promoted Tweets all’interno dello stream, quindi come un messaggio, Twitter ha un potenziale bacino di utenza pari al 100%, proprio perchè il messaggio appare cmq indipendentemente dal cliente utilizzato.

Questo si traduce anche in tutta una cascata di conversioni e costi di acquisizione letteralmente più bassi rispetto a piattaforme analoghe.

Giusto per ricapitolare

• I Promoted Tweets consentono agli inserzionisti di connettersi con i consumatori (influenti) e al tempo stesso ottenere dei dati psicografici unici nel loro genere.
• Il 5% dei Twetters ha abilitato la geo localizzazione e questo consente un uso congiunto di quelle piattaforme di CheckIn ma al tempo stesso la consegna di tweet promozionali specifici.
• Ogni giorno vengono scritti circa 60 milioni di tweets, circa 50 mila al minuto.

Come se non bastasse poi Twitter sta per rilasciare degli account di tipo commerciale che avranno nuove ed interessanti funzionalità, tra le quail va citata il “Recommended Follower” che permetterà di accrescere il numero dei propri followers o gli obiettivi di ricerca.

Queste novità dovrebbero scendere in campo dal primo di Luglio, ma ancora non mi risulta sia stata ufficializzata una data.

Certo è che i Promoted Tweets allargano sicuramente la sfera del marketing mix a disposizione per le proprie attivitià di digital marketing.

Technorati Tags: Promoted TweetsTwitterMarketing mix

Comments are closed.