Leggevo questa mattina sul blog del mio amico e collega FortuneCat che Google ha introdotto il supporto per il soft 404.

Cosa sia l’errore 404, in linea teorica, dovrebbero saperlo anche i muli, tuttavia, per chi tra di voi sta leggendo per la prima volta il mio blog e non sa nulla di SEO, ecco un articolo che ho scritto qualche tempo fa sull’errore in questione.

Ma sintetizzando, va precisato che restituire un codice diverso da 404 o 410 per una pagina inesistente, non reindirizzare gli utenti verso una nuova risorsa con l’eventuale redirect 301, può creare problemi, perchè Google (e gli altri motori) ritiene che all’URL richiesto c’è una pagina reale e funzionante.

Questo può portare ad errore di vario tipo, il più comune dei quali è quello di ritrovarsi nelle SERPs pagine duplicate qualora la restituzione dell’errore è stata gestita in modo non opportuno.

A questo pose rimedio tempo fa Yahoo! quando si “inventò” per l’appunto il soft 404, ovvero il riconoscimento di un potenziale 404 laddove il server non stava restituendo correttamente una “pagina non trovata”. E da un lato sono contento che anche Google abbia fatto “suo” questo concetto.

Tuttavia, a questo punto mi domando, come è possibile che Google abbia introdotto il supporto per un qualche cosa per cui Yahoo! ha registrato un brevetto ancora nel 2007? Che fine hanno fatto le leggi americame in materia?

Technorati Tags: 
Be Sociable, Share!