iPhone 4, un gran bel giocattolo

A grande richiesta – visto che sembro uno dei pochi Italiani ad avere un iPhone – ecco che mi accingo a fare la mia recensione sul nuovo giocattolo della Apple.

iPhone 4

Forse non sará nulla di originale e che non avrete già letto (o che starete leggendo), ma da che l’ho ordinato sul sito Apple Uk a che me l’hanno consegnato sono passati due giorni ad un mese, di meglio non potevo fare.

Il primo giudizio che ho da esprimere: assolutamente positivo. Un bel e costoso giocattolo, non posso negarlo.

In quanto precedente possessore di un vecchio modello 3G, le differenze tra il nonno e il nipotino si notano subito.

L’unità é ovviamente dotata del uno iOS 4, rilasciato circa due settimane fa dalla Apple. Preciso subito che questo nuovo sistema operativo sfodera il suo meglio con l’hardware appropriato.
É per questo che sul vecchio 3G che la settimana prossima vendo, ieri sera ho fatto il downgrade riportando l’unità all’ultimo sistema operativo stabile per quella unità, il 3.1.3.
Un mio amico mi ha detto “ma perché lo hai aggiornato?”. Beh primo per provare il nuovo sistema operativo, secondo perché Apple aveva annunciato prestazioni migliori. Invece ho trovato, con profondo disappunto, un telefono lento ed inefficiente che mi stava portando all’esasperazione più totale.

Poco male, nel frattempo mi sono abituato a quelle piccole cose che il nuovo OS 4 offre senza dover lasciare il tutto a queste prime 24 ore di test. Ovviamente non mi è stato possibile provare tutto, perchè  sui telefoni di vecchia generazione molte cose non sono disponibili, come ad esempio il multitasking.

Ma tornando all’iPhone 4, la maggiore quantità di memoria installata, pari a 512 mb di RAM, sono una vera manna dal cielo. Con il multitasking sono riuscito a tenere aperto contemporaneamente fino a 13 applicazioni, tra cui anche il navigatore satellitare (CoPilot 8) senza che il sistema ne risentisse minimamente.

La velocità. Con il nuovo modelli si ha davvero l’impressione di avere una unità che risponde alle proprie esigenze. Lo switching tra una app e l’altra (grazie al multitasking)  é a dir poco incredibile. E anche il salvataggio dei dati é più petformante.
Mentre stavo scrivendo la bozza di questo post (sul treno tornando a casa) con la versione mobile di WordPress, ho premuto salva e riaperto il post nel giro di 1,5 secondi. Con il 3G e iOs 4 questo mi richiedeva dai 15 ai 20 secondi, quando l’app non crashava.

Allo stesso modo la tastiera, che non é cambiata di layout, risponde alla pressione dei tasti eccezionalmente. Caratteri accentati che compaiono subito, correttore grammaticale, zoom & click.

La batteria. Il 3G mi durava a malapena 8 ore, diciamo 18 se lo lasciavo la notte acceso ed ero fortunato a non ricevere notifiche push da facebook.

IPhone 4 ha finito di sincronizzarsi la sera alle 7, dopodiché l’ho staccato dalla corrente e l’ho lasciato – come sempre – tutta la notte acceso, si é fatto le sue normali attività quotidiane, tra cui un download di un file che avevo caricato in un server FTP interno durato la bellezza di 25 minuti, e l’ho ricaricato questa mattina con ancora un 11% di autonomia disponibile, ma non sufficiente per andare al lavoro. I vecchi 3G e 3GS con o senza il nuovo sistema operativo, così come confermato da MelaBlog non erano così efficenti.

Antenna e ricezione. Se ne é (s)parlato a sufficienza nei giorni scorsi. Sono state ordite critiche e lodi allo stesso tempo che è difficile capire chi abbia ragione.
Personalmente non ho avuto modo di fare uno dei test suggerito da non mi ricordo quale sito, quello per misurare gli ampere che circolano sulla cornice. Tuttavia questa mattina ho notato una cosa veramente positiva.
Sotto la stazione di St. Pancras dove prendo l’ultimo treno, normalmente passate le scale mobili non ho segnale.
Stamane con iPhone 4 ho telefonato dal ciglio della banchina, e dubito che stanotte quelli di O2 abbiano fatto dei lavori per espandere la rete.
Preciso che ho “vestito” subito il telefono con il bumper di Apple; 25 Point per un pezzo di Africa che ad Apple sará costato si e no 10 centesimi (Steve, quando é che mi ridai indietro i soldi?).
Al di là di questo primo episodio, anche il mio viaggio di ritorno é stato più smooth. Zone dove solitamente il segnale era labile, con iPhone 4 sono state gestite bene. Il segnale é andato via per qualche istante per poi tornare quasi subito. Subconscio condizionato? Non lo sò!!

Cosa non mi piace dell’iPhone 4

Sicurente il nuovo design, con il culo piatto. Sembra una signorina anni 60 che ha fatto la dieta. Scherzi a parte. Sono contrariato per almeno due motivo, sebbene quello più costoso si é risolto per il meglio.

Il nuovo design infatti impedisce al nuovo iPhone di entrare dentro la docking station fatta da Apple per iPhone 3G & 3GS. Avendo quest’ultimi gli angoli smussati e tondi, il nuovo formato rettangolare di iPhone 4 non corrisponde con il design della docking station. Questo significa che possiedo 35 euro di docking station che ora mi tiro sulle gengive.

Lo stesso design è anche un fattore negativo per chi – come me – possiede il TomTom car Kit. Infatti la mancata bombatura non permette all’iPhone di premere sulla parte posteriore della levetta che attiva il circuito interno fornendo corrente al Kit. Fortunatamente il problema si risolve mettendo uno spessore al di dietro.

La fragilità dell’apparato. Così a pelle, ho la sensazione che il nuovo modello dell’iPhone sia decisamente più fragile dei suoi predecessori. E forse questo video lo conferma.

Certo, magari il test è esagerato. Il vecchio modello mi è caduto due volte in due anni, e per fortuna sempre sul tappeto. Ma sapere che questo nuovo dopo 3 botte, va in “pezzi”, proprio non mi conforta.

Per il resto cosa altro dire? Non ho voluto fare una recensione prettamente tecnica, come dicevo all’inizio, di quelle ne hanno già fatte tante in giro, quindi spero che questi miei “insight” vi siano stati utili.

Technorati Tags: telefonoiPhone, Apple

6 thoughts on “iPhone 4, un gran bel giocattolo”

    1. Ahahah Lorenzo, spero siano dei fotomontaggi … altrimenti sai quanto gli dura a quel tizio il suo iPad? Del resto è una iPadella 😀

Comments are closed.