Il Mac offre grandi vantaggi da un punto di vista pratico, e le nuove versioni certamente hanno fatto progressi. Sotto questo profilo non posso parlare più di tanto perchè la mia esperienza come Mac user è iniziata subito con Leopard, che trovai come cd di aggiornamento nel mio primo Mac consegnatomi con Tiger.

Tuttavia tra Leopard e Snow Leopard di cambiamenti ce ne sono stati, ma nonostante questo, c’è ancora ampio spazio per certi miglioramenti. Uno di questi è sicuramente la capacità di sincronizzazione di calendario e contatti tra più computer Mac e, non per ultimo, anche con Google Calendar e il più recente Google Contacts. Ora se siete alla ricerca di una soluzione che funzioni peer-to-peer, è inutile che proseguiate con la lettura dell’intero articolo, perchè il software che sotto vi suggerisco si basa su un concetto di sincronizzazione mediante i servizi Google sopra citati.

Anzi, in tal caso, vi suggerisco l’ottimo address-o-sync che per quasi due anni ha accompagnato egregiamente gli aggiornamenti tra il mio Mac Pro e il Mac Book Pro. Tuttavia, come suggerisce il nome, Address-o-sync è un software che permette la sincronizzazione della sola rubrica dei contatti.

Spanning Sync, la soluzione che cercavi

Spanning Sync, è la soluzione ai problemi di sincronizzazione del calendario e dei contatti tra dispositivi Apple e Google.
Opzione di sincronizzazione con Google della Rubrica indirizzi
Da premettere una cosa, è possibile sincronizzare i vostri dispositivi Apple con Google Calendar e Google Contact senza far ricorso a Spanning Sync, con la
sola funzione nativa che lo stesso Snow Leopard mette a disposizione.

Allora vi domanderete, perché comprare un software di questo tipo se di suo con gli strumenti in vostro possesso si può già ottenere la sincronizzazione dei vari
dispositivi?

Calendari di sola lettura

Stante a quanto dice il produttore, la sincronizzazione che otterrete è di sola lettura sull’iPhone.
Questo significa che avrete si i vostri appuntamenti, ma non avrete la possibilità di modificarli.

L’affermazione è corretta, nel senso che se utilizzando iTunes sincronizzerete il vostro calendario tra Mac e iPhone, avrete poi un calendario di sola lettura, con la conseguenza di poter sincronizzare il calendario solo ad una via. assoluamente falsa, perchè io senza troppi problemi sono riuscito ad ottenere la sincronizzazione del mio calendario.

Tuttavia, come avevo scritto nel paragrafo precedente, utilizzando la sola funzione nativa di sincronizzazione tra iPhone e Google Calendar, escludendo quindi iTunes, si può ottenere lo stesso livello di sincronizzazione (con degli aspetti negativi che illustro di seguito)

E allora perché comprare Spanning Sync?

Vi sono alcune cose che non vengono menzionate in maniera sufficientemente chiara sul sito del prodotto.

In merito alla sincronizzazione dei contatti.

Se operate direttamente, configurando la sincronizzazione tra la rubrica indirizzi e Google Contact, mettete a conto che la stessa non funziona a dovere. In più di una occasione mi sono trovato:

  1. Le fotografie dei contatti non sincronizzate correttamente (ma questo sarebbe il meno)
  2. L’indirizzo dei contatti, quando viene, memorizzato tra la rubrica del vostro Mac e quella di Google, subisce delle strane alterazioni. Mi sono trovato Città “unite” nel campo dell’indirizzo, cap e province “traslate” nel campo adiacente. Insomma un vero casino. (Questo non succede con Address-O-Sync, ecco perchè lo utilizzavo).

In merito alla sincronizzazione del calendario.

Non ho riscontrato particolari anomalie o imprecisioni nella sincronizzazione del calendario fatta utilizzando il solo protocollo WebDav (CalDav). Come dicevo sopra, a discapito di quanto riportato dal produttore, ho ottenuto sincronizzazioni in entrambe le direzioni con possibilità di modificare, inserire e cancellare appuntamenti sui vari calendari partendo da iPhone verso Google Calendar e viceversa.

Quello su cui invece mi preme scrivere una nota positiva è la velocità di sincronizzazione piuttosto che la sincronizzazione on-demand. Infatti, utilizzando la funzione nativa di sincronizzazione basata su protocollo CalDav offerta da Google / iCal, la sincronizzazione risulta decisamente più lenta.

Sincronizzazione on demand di iCal e Address Book

E non è tutto. Se avete più di un calendario (io nel mio caso ne ho 4) una sincronizzazione on-demand è assai lunga in termini di tempo, perché dovete selezionare individualmente ogni calendario e cliccare sul pulsante aggiorna.
Una operazione di per se molto semplice, ma ai tempi di oggi, con i minuti contati e con il multi-tasking praticamente parte della nostra vita quotidiana, risulta spesso impossibile farlo senza infilare in mezzo chissà qualche altre operazioni, con il rischio di dimenticarsi di qualche cosa per strada. Infine, se avete optato per questa forma di sincronizzazione, significa che avrete anche il vostro account Google, quindi un calendario da aggiornare e consultare con dispositivi differenti.
Un must per chi è spesso e volentieri in giro, o magari per un manager la cui segretaria aggiorna l’agenda appuntamenti, il quale non dovrà più tornare in ufficio per sincronizzare il proprio palmare con il Mac.

Vi faccio un esempio pratico, che è il mio. Adesso ho 3 dispositivi perfettamente sincronizzati. Se inserisco un appuntamento usando Google Calendari in ufficio (perchè sappiamo tutti quanto è scomodo inserire appuntamenti con l’interfaccia dell’iPhone), quando esco dall’ufficio e consulto i dettagli del mio appuntamento è tutto già li, senza altra operazione. Rientrando a casa, il mio Mac avrà le stesse informazioni, e lo stesso vale per mia moglie che può sapere dove sto andando o a che ora rientro per la cena (Ovviamente non scrivete che state andando dall’amante :D). Questo vi permetterà di togliere anche la sincronizzazione del vostro calendario tra Mac e iPhone, operazione spesso lenta se la vostra agenda è gonfia di appuntamenti. Di casi come questi se ne possono creare a dozzine, quindi ritengo che il minimo investimento di $25 per un anno di licenza (o $65 per una licenza life-time) siano veramente ben spesi.

$5 di sconto se compri Spanning Sync

Se l’articolo sopra ti ha convinto, e vuoi risparmiare $5 – che di questi magri periodi non fanno mai male – ti offro un codice di sconto che ti permetterà di risparmiare $5. Non sono tanti, ma sempre meglio che niente.

Be Sociable, Share!