Mappe a portata di IPhone … Sempre!

Sappiamo tuti quanto interessante e utile sia un gingillo come l'IPhone; magari lo saranno pure i BlackBerry e forse anche i nuovi telefonini dotati di Androids, ma io ho solo l'iPhone e non mi interessa testare null'altro.

OffMaps main panel

Tutti coloro i quali hanno l'iPhone ne avranno imparato ad apprezzare sia i pregi che i difetti, primo fra i quali una batteria che dura pochissimo e l'impossibilitÓ di utilizzare le mappe se non si ha una connessione ad Internet.
Credetemi, andare in giro per una cittÓ o metropoli che non si conosce, o che pur si Ŕ visitati tante volte, ma ovviamente non ci si abita e non avere una mappa Ŕ praticamente un suicidio a meno che le destinazioni non siano le solite note.
E avere un gingillo in tasca che le mappe le ha, ma non poterle consultare perchŔ il roaming internazionale costa una tombola, oppure perchŔ l'operatore scelto (nel mio caso Orange UK) non ti lascia usare l'IPhone con una tariffa conveniente, Ŕ ancora peggio.OffMaps - bookmarks

Per fortuna che hanno inventato OffMaps. Il nome dice giÓ tutto, Off – spento, Maps – mappe, ovvero mappe sempre a portata di mano anche se non si ha una connessione ad Internet ativa.
Ovviamente le mappe bisogna prima averle scaricare sul proprio melafonino con una connessione ad Internet, ma volete mettere poi la praticitÓ di zoomare fino alla stradina e non perdersi pi¨ in giro per la cittÓ?

OffMaps Download window

Credo che questa sia stata la migliore applicazione che ho comprato fino ad ora … e quell'euro e cinquanta, perchŔ l'ho presa pure in promozione, si stanno rivelando dei soldi veramente ben investiti.

Come qualcuno fa notare nell'Apple Store, nei commenti dell'applicazione, le mappe non sono quelle di Google, tuttavia personalmente le ho trovate sufficientemente dettagliate, senza considerare che ci sono diversi stili di visualizzazione per adattarsi un p˛ a tutte le esigenze.

L'applicazione Ŕ immediata nel suo utilizzo. Si cerca una zona di interesse, si seleziona il quadrante che si vuole scaricare nel proprio telefono e si inzia il download, che all'inizio Ŕ parzlale, cioŔ prende i dettagli pi¨ macroscopici, ma se poi ingrandendo con lo zoom si effettua di nuovo il download, ecco che la mappa verrÓ scaricata sin nei minimi dettagli.

OffMaps - Map settingAlcune pecche che ho trovato nel software. Sia la ricerca delle vie che la geolocalizzazione richiedono necessariamente la connessione ad Internet. Direte voi, bella scoperta. In un certo senso non Ŕ proprio vero, perchŔ molte volte, anche stando all'estero mi Ŕ capitato di poter usare la geolocalizzazione e di vedere il contenuto delle mappe di google pur non avendo quella famosa connessione disponibile.
Off Maps, purtroppo, scarica solo una mera cartografia nel telefono e non sÓ assolutamente nulla di strade e coordinate geografiche.

OffMaps - search location

Comunque il problema era che dovevo spostarmi per la cittÓ e non volevo certo una cartina tradizionale. Il dettaglio Ú molto elevato, e sapendo esattamente dove sei, con un minimo di orientamento si smette di chiedere la via ad ogni angolo. Ci vorrebbe una bussola che indica i cardinali per meglio orientarsi, ma credo che questa cosa senza l'iPhone 3GS non sarÓ possibile.

Altra cosa che non mi piace Ŕ il fatto che la mappa si gira a seconda di come giri il telefono. Io sono abituato, per una pratica consultazione a mettere la mappa esattamente come mi trovo io e capire dove devo andare (altrimenti pensi di dover andare a sx e invece stai andando a dx). Ci vorrebbe quindi un qualcosa che le blocchi, ma non posso lamentarmi di questa mancanza, visto che lo stesso Google Maps si comporta alla stessa maniera.

In definitiva, cmq, sono molto soddisfatto e mi sento di consigliare questa applicazione a chi sta spesso in giro.

Technorati tags: , , ,

Sharing an assignment on well written HTML code

Last week I read an article about the semantic and the importance of a well written HTML code, and at the same time I had been contacted by a recruitment agency that gave me an assignment which goal was to propose a new way to represent the results set in the B&W image.

assignment.jpg

The coloured image below is what I though about; they obviously gave me a palette range to use.

semantic-html.jpg

They also asked me to comment all my decision, and I thought it was a nice idea to share with you my assignment, because I’m really interested in other people’s opinion.

Continue reading Sharing an assignment on well written HTML code

Anteprime del sito su pi├╣ browser

Quando si realizzano siti internet una delle necessit├á pi├╣ impellenti ├Ę quella di verficare che una pagina sia perfetta su differenti browser e magari anche su diversi sistemi operativi.

In questo compito, un sistema virtuale pu├▓ sicuramente esserci d’aiuto, anzi – a mio avviso – ├Ę la scelta pi├╣ logica quando il sito ├Ę ancora in fase di costruzione.

Photo by fmg2001

Tuttavia, a meno che la conoscenza del web designer non sia cos├Č approfondita da spaziare nell’uso tanto di windows che di mac che di linux, generalmente le prove vengono relegate ad un solo sistema operativo e ai pochi browser supportati dalla piattaforma in uso, che, tra una versione di sistema operativo e l’altro – possono cmq presentare delle anomalie in fase di rendering.
Per quello che mi riguarda, i miei test avvengono sui primi due sistemi, ma limitatamente ad una rosa di 4 browser: Firefox, Internet Explorer 7 e 6, Safari ed Opera, che rivestono comunque il 92% delle ricerche che generalmente i miei siti ricevono – e quasi probabilmente stessa percentuale si trasla sul profilo generale quotidiano.

Continue reading Anteprime del sito su pi├╣ browser